1. BENVENUTO SU CONSOLE TRIBE

    Benvenuto, stai navigando nella nostra community come ospite

    Avere un account su Console Tribe ti permetterà di creare e partecipare alle discussioni e al mercatino, organizzare tornei e partite online, iniziare conversazioni personali con gli altri giocatori del forum e di utilizzare tutte le funzioni di questo sito.

    Registra il tuo account in meno di 5 secondi, se vuoi puoi sfruttare i login social via Facebook, Google Plus o Twitter.

Blizzard e Vivendi, futuro incerto

Discussione in 'Console News, Articoli e Recensioni' iniziata da neo|linux, 3 Settembre 2003.

  1. neo|linux

    neo|linux Tribe Member

    Registrato:
    15 Febbraio 2005
    Messaggi:
    1.175
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    36
    Località:
    Como
    Con o senza Vivendi Universal sembrano prospettarsi tempi duri per lo storico sviluppatore.


    Dopo le ultime illustri partenze di cui, volente o nolente, Blizzard è stata vittima, il futuro non appare dei più rosei, tanto da indurre diversi articoli di analisi economico-finanziara a lanciarsi in considerazioni poco speranzose. Questa volta è il turno del Seattle Times che ha provveduto a riassumere la situazione di Blizzard e le volontà di vendita di Vivendi Universal, alle cui decisioni la società è legata a doppio filo. Il publisher non ha fatto mai mistero di voler vendere l'intera divisioni giochi - Vivendi Universal Games - in sua proprietà ma, a tutt'oggi, lo stesso presidente di Blizzard, Mike Morhaime, non sa ancora se Blizzard farà parte del pacchetto che verrà ceduto. Blizzard è senza dubbio un punto chiave del giro d'affari videoludico di Vivendi, tanto da possedere nell'ultimo anno un fatturato di circa 750 milioni di dollari, circa l'11 percento del fatturato di Vivendi nel corso del 2002 anche se, quest'anno, Blizzard ha pubblicato un solo nuovo titolo, un'espansione a WarCraft III.
    Il pacchetto Vivendi Universal Games include anche Universal Interactive, Fox Interactive, Sierra Entertainment e Knowledge Adventure: il publisher sperava di poter piazzare l'intero pacchetto ad un prezzo di 2 miliardi di dollari, che però gli analisti giudicano aver perso valore sino alla somma di 800 milioni di dollari. Ad oggi, nonostante le voci di un possibile interessamento di Microsoft o Electronic Arts, non appaiono offerte concrete all'orizzonte.

Condividi questa Pagina