1. BENVENUTO SU CONSOLE TRIBE

    Benvenuto, stai navigando nella nostra community come ospite

    Avere un account su Console Tribe ti permetterà di creare e partecipare alle discussioni e al mercatino, organizzare tornei e partite online, iniziare conversazioni personali con gli altri giocatori del forum e di utilizzare tutte le funzioni di questo sito.

    Registra il tuo account in meno di 5 secondi, se vuoi puoi sfruttare i login social via Facebook, Google Plus o Twitter.

[Activate 2003] I continui progressi di True Crime

Discussione in 'Console News, Articoli e Recensioni' iniziata da neo|linux, 3 Agosto 2003.

  1. neo|linux

    neo|linux Tribe Member

    Registrato:
    15 Febbraio 2005
    Messaggi:
    1.175
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    36
    Località:
    Como
    Atteso non più a settembre, ma a metà novembre, il ritardatario Nick Kang si fa perdonare...


    Anche se come sempre scioglieremo ogni riserva solo in fase di recensione, possiamo confermare fin da ora che l'annuncio di un'uscita posticipata a metà novembre per True Crime: Streets of L.A., giunto poco prima di Activate 2003, questa volta si fa ampiamente perdonare grazie ai progressi tangibili che abbiamo potuto riscontrare nel corso del suddetto evento e che riguardano molteplici aspetti di questo multi-sfaccettato pretendente al trono di sua maestà Grand Theft Auto.

    Il team di Luxoflux sembra proprio stia lavorando sodo per migliorare la sua nuova creatura, un titolo che, negli intenti di Activision, vuole essere una nuova consistente e profittevole proprietà intellettuale. Come i lettori abituali sapranno, True Crime: Streets of L.A. si compone fondamentalmente di tre tipi di gameplay (corse/inseguimenti in auto, combattimenti corpo a corpo, sparatorie) che fanno da ossatura a un progetto globale composto sia di cento missioni da vivere secondo la storyline del gioco, sia da un numero indefinito di altre situazioni generate casualmente, che nelle intenzioni degli sviluppatori saranno (insieme a molteplici bonus) la porta d'accesso a una rigiocabilità auspicabilmente illimitata.

    Nell'ambito del combattimento corpo a corpo abbiamo potuto riscontrare animazioni più fluide e credibili, una vastissima quantità di mosse tratte dal "motion capture" di dieci diverse tecniche di arti marziali e alcune spettacolari "final move", analoghe (sebbene molto meno cruente) alle "fatality" di Mortal Kombat. Già da questo ambito emerge poi un Nick Kang più carismatico, che ci ha ricordato non poche volte lo stile di un certo Keanu Reeves, quando combatte nel fantastico mondo di Matrix.

    Parlando di sezioni sparatutto, balza alla mente il paragone con un certo Max Payne, principalmente per il "bullet time" che altera copiosamente anche in questo caso lo scorrere del tempo. In più ci hanno impressionato scene - ancora una volta la testa corre a una mitica sequenza del primo Matrix (il film) - dove interi pezzi di colonne, suppellettili e in generale di scenario volavano via in pezzi sotto la pioggia di fuoco generata da Nick Kang e dai suoi avversari. La parola d'ordine in questo ambito è "interattività", termine che si sostanzia nel poter fare a pezzi tutto quanto con un arsenale di venti armi diverse, da utilizzare preferibilemente in coppie, anche spaiate.

    Infine saltiamo in macchina, sventiamo qualche crimine e nel frattempo ci accorgiamo che ogni veicolo è dotato di cento diverse parti che si possono rompere. Aspettiamoci duqnue da True Crime: Streets of L.A. un sacco di incidenti, ma anche di poter sventare qualche situazione mettendo a terra a suon di piombo le ruote dei nostri nemici, o magari a madando in fumo del tutto qualche bella auto sportiva riempiendola di proiettili.

Condividi questa Pagina