1. BENVENUTO SU CONSOLE TRIBE

    Benvenuto, stai navigando nella nostra community come ospite

    Avere un account su Console Tribe ti permetterà di creare e partecipare alle discussioni e al mercatino, organizzare tornei e partite online, iniziare conversazioni personali con gli altri giocatori del forum e di utilizzare tutte le funzioni di questo sito.

    Registra il tuo account in meno di 5 secondi, se vuoi puoi sfruttare i login social via Facebook, Google Plus o Twitter.

RECENSIONE 140

Discussione in 'Console News, Articoli e Recensioni' iniziata da The_WLF, 20 Settembre 2016.

  1. The_WLF

    The_WLF Redattore e direttore del doppiaggio Moderator

    Registrato:
    26 Gennaio 2008
    Messaggi:
    7.304
    "Mi Piace" ricevuti:
    5.166
    Punteggio:
    1.328
    [​IMG]

    Abituati come siamo alla corsa al fotorealismo più esasperato, capita molto spesso di trascurare un elemento altrettanto importante che va a costituire l’essenza di un videogioco: la musica. Imprescindibile per accentuare e sottolineare efficacemente situazioni e stati d’animo particolari, capita assai più frequentemente di quanto si pensi che questa vada a costituire una parte fondamentale del gameplay. Senza andare a scomodare i classici rhythm game o altri capisaldi del passato, mi piace in tal senso pensare ad una piccola sorpresa distribuita solo una manciata di anni fa e rispondente al nome di Sound Shapes ed a cui, almeno in parte, ispira questo 140.


    Sono come suono


    Spartano come pochi, privo di qualsiasi tipo di menu o indicazione a schermo, 140 si presenta rapidamente in tutta la sua rozza poligonalità sin dal principio: non troveremo nessun tutorial ad accompagnarci per mano attraverso le basilari meccaniche che regolano il titolo, lasciandoci spiazzati per una breve manciata di secondi. A dispetto della sua disarmante e scarna messa in scena, difatti, non occorrerà molto per capire che lo scopo dei tre grandi macrolivelli che compongono il playthrough di 140 sarà quello di saltellare a ritmo di musica, nel tentativo di arrivare al classico checkpoint. Per farlo, come già detto, sarà però imprescindibile prestare molta attenzione all’accompagnamento ritmico che, in maniera del tutto simile a quanto accadeva nel citato Sound Shapes, regolerà il movimento delle varie piattaforme, oltre che l’attivazione delle numerose trappole ambientali di cui gli stage sono costellati. L’essenza, semplice e diretta, del titolo risiede tutta qua, non fosse per le tre peculiari boss battle che chiudono le altrettante sezioni di cui 140 è composto. Queste si sono rivelate una piacevolissima sorpresa, grazie ad un’originalità davvero spiccata a cui si unisce una variazione delle meccaniche di gioco base estremamente marcata. Peccato che, al netto di una difficoltà che spinge forte sul pedale del trial and error, occorra poco meno di un’ora per arrivare alla fine dell’esperienza. E a poco serve rigiocare il tutto in modalità speculare, con relativa scomparsa dei checkpoint che altro non fa che rendere più frustrante il tutto. Comunque, dato che l’esperienza ludica risulta comunque interessante, appare subito evidente come il problema principale di 140 sia il suo elevatissimo prezzo di commercializzazione fissato a 7,99 Euro: non mi piace molto ripetermi, ma se penso che a poco meno del doppio si poteva acquistare, al day one, la ben più complessa e duratura esperienza offerta da Sound Shapes (sempre per rimanere in territorio indipendente), appare evidente come i conti tornino veramente poco.

    [​IMG]
    Minimalismo funzionale


    Può essere gratificante per l’occhio controllare un semplice quadrato in grado di divenire cerchio se in movimento o triangolo se in salto, magari all’interno di scarni ambienti caratterizzati unicamente da altrettanto semplici ed essenziali geometrie? La risposta è alquanto scontata, però va detto che, se il tutto viene fuso assieme all’ipnotico accompagnamento musicale che scandisce la progressione di 140, l’effetto complessivo non è poi così disprezzabile.

    [​IMG]

    140 è senza dubbio un’esperienza piacevole e divertente, purtroppo minata da un rapporto durata/prezzo davvero imbarazzante. Chiedere poco meno di 8 oro per poco più di un’ora complessiva di gioco, a patto di volersi cimentare nella modalità speculare, è senza dubbio un azzardo non da poco, considerando anche la realizzazione tecnica che definire minimalista sarebbe davvero un eufemismo. Proposto ad un prezzo più aggressivo mi sarei sentito di consigliarlo senza riserve a tutti, ma allo stato attuale delle cose il giudizio che mi sento maggiormente di esprimere può essere tranquillamente sintetizzato dal voto che trovate poco più in basso.

    [box_voto pro="Gameplay interessante^Boss battle divertenti^Musica ipnotica^" contro="Longevità ridicola^Comparto tecnico nullo^"]
    Leggi sul sito
  2. AlexDeRoma

    AlexDeRoma Il superdotato

    Registrato:
    10 Novembre 2008
    Messaggi:
    10.348
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.374
    Punteggio:
    690
    Località:
    Roma
    PSN Tag:
    AleDeRoma
    Xbox Live Tag:
    R6 AlexDeRoma
    questo su ps vita sarebbe da paura
  3. The_WLF

    The_WLF Redattore e direttore del doppiaggio Moderator

    Registrato:
    26 Gennaio 2008
    Messaggi:
    7.304
    "Mi Piace" ricevuti:
    5.166
    Punteggio:
    1.328
    Dalla scheda di gioco pare esserci, ma per poco di più ti consiglio alla grande il già citato Sound Shapes,,,
    A Macchiaiolo piace questo elemento.
  4. AlexDeRoma

    AlexDeRoma Il superdotato

    Registrato:
    10 Novembre 2008
    Messaggi:
    10.348
    "Mi Piace" ricevuti:
    1.374
    Punteggio:
    690
    Località:
    Roma
    PSN Tag:
    AleDeRoma
    Xbox Live Tag:
    R6 AlexDeRoma
    si lo sto giocando grazie al plus
    A The_WLF piace questo elemento.

Condividi questa Pagina