1. BENVENUTO SU CONSOLE TRIBE

    Benvenuto, stai navigando nella nostra community come ospite

    Avere un account su Console Tribe ti permetterà di creare e partecipare alle discussioni e al mercatino, organizzare tornei e partite online, iniziare conversazioni personali con gli altri giocatori del forum e di utilizzare tutte le funzioni di questo sito.

    Registra il tuo account in meno di 5 secondi, se vuoi puoi sfruttare i login social via Facebook, Google Plus o Twitter.

Tributo a Heath Ledger

Discussione in 'Movie e Serie TV' iniziata da Simothecrow, 23 Luglio 2008.

  1. Simothecrow

    Simothecrow Guest

    Registrato:
    4 Aprile 2007
    Messaggi:
    2.364
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    0
    Da occhisulcinema.it


    "Heath Ledger è morto nel pomeriggio di martedì 22 Gennaio 2008.
    Il suo corpo privo di vita è stato trovato nella sua casa (ma alcune fonti dicono che invece era in un albergo/residence) a Soho, quartiere “artistico” di New York, da una massaggiatrice che, entrando nella sua camera grazie ad una cameriera, è stata la prima a dare l’allarme. Al momento del ritrovamento, quando erano ancora sconosciute le cause del decesso, sono filtrate varie indiscrezioni, secondo le quali erano state trovate accanto al corpo alcune pillole di sonnifero che farebbero ipotizzare un’overdose di farmaci oppure al suicidio, ipotesi rafforzata dal fatto che l’attore si era recentemente separato dalla compagna Michelle Williams (conosciuta sul set di “I segreti di Brokeback Mountain”;), che due anni fa gli aveva dato una figlia.

    Tralasciando i particolari scandalistici (anche se per dovere di cronaca, dobbiamo rendere noto che in seguito all’autopsia non sono state trovate tracce di droga nel corpo dell’attore), come spettatore ed appassionato di cinema, confesso di essere dispiaciuto della sua tragica scomparsa e di sentirmi “cinematograficamente” un pò più povero.
    Ledger ci ha lasciato davvero troppo presto, ad appena 29 anni, con all’attivo una decina di film interpretati in cui aveva progressivamente dimostrato di non essere solo un bel ragazzo, ma anche di possedere un talento espressivo e recitativo che con il tempo era riuscito ad esprimere in tutto il suo potenziale, senza “perdersi” per strada o “bruciarsi” con brutti film e flop cinematografici. Un giovane attore che, a dispetto della sua età, ha sempre manifestato una certa oculatezza nella scelta dei ruoli, in un percorso artistico “puro”, cioè alla continua ricerca di nuovi ruoli e nuove sfide come interprete, prediligendo pellicole con qualcosa da raccontare senza farsi influenzare da promesse di compensi stratosferici o fattori di rischio ai box-office.
    Questa spinta lo ha portato a scegliere ruoli in film difficili come “Inferno+Paradiso”, “Io non sono Qui” e soprattutto “I Segreti di Brokeback Mountain”, grazie al quale ha raggiunto la propria consacrazione come attore, evolvendosi da interprete emergente a divo internazionale.

    Spesso però il talento, soprattutto nel corso di una carriera artistica spesso psicologicamente rischiosa come quella cinematografica, può essere accompagnato tanto dal successo quanto da un progressivo malessere di vivere a causa di vari fattori (delusioni professionali, compromessi, stress, depressione, solitudine, delirio di successo, sacrificio di famiglia e vita privata) che, se mal gestiti, possono portare all’autodistruzione.
    Non possiamo e non vogliamo sapere quanto abbiano contato questi fattori nella vita dell’attore, ma riteniamo irrispettoso il solito circolo medianico intorno alla sua morte, con illazioni, sospetti, voci sull’uso di droga e lo spuntare di un video inedito la cui circolazione costituisce una mancanza di rispetto sia per la sua memoria che per la sua famiglia.

    Heath Ledger era nato a Pearth, in Australia, il 4 Aprile del 1979 e da dieci recitava per il cinema, rivelandosi uno dei migliori attori della sua generazione; il suo nome di battesimo (Heathcliff) era dovuto al famoso personaggio protagonista del romanzo di Emily Bronte Cime tempestose, molto amato dalla madre. Al liceo, dimostra discrete capacità sia nel campo sportivo sia in quello recitativo, iniziando a lavorare in un piccolo teatro del luogo per poi passare alla Globe Shakespeare Company.
    Il suo esordio cinematografico avviene nel 1992 all’età di 13 anni con il film “Clowning Around”, in seguito alla quale decide di intraprendere la carriera cinematografica ed all’età di sedici anni abbandona la scuola, lavorando in piccoli ruoli in diverse serie televisive, fino a diventare protagonista delle australiane “Sweat” e “Two Hands” ed interpretare anche il serial americano fantasy “Roar” (trasmesso anche in Italia da Mediaset).
    Al grande pubblico cinematografico si rivela nel 1999 con la commedia “10 Cose che Odio di Te” (una spiritosa rilettura della “Bisbetica Domata” di Shakespeare in versione adolescenziale), mentre nel 2000 è accanto a Mel Gibson nel film “Il Patriota” (per cui vinse il premio “Showest Award for Male Star of Tomorrow”;) e nel 2001 affianca Billy Bob Thornton ed Halle Berry nel drammatico “Monster's Ball”.

    Il vero successo arriva nel 2002 con i film “Il Destino di un Cavaliere” e “Le 4 Piume”; in quest’ultima pellicola, Ledger ebbe la possibilità di misurarsi con un ruolo drammatico, la cui performance fu molto apprezzata sia dal pubblico che dalla critica, cominciando a farsi una reputazione come interprete poliedrico.
    Nel 2003 interpreta due film di scarso successo, ovvero l’horror “La Setta dei Dannati” ed il western “Ned Kelly” insieme a Naomi Watts, ma nel 2005 arriva la consacrazione interpretando ben tre film: la commedia in costume “Casanova”, il fantasy di Terry Gilliam “I Fratelli Grimm e l’Incantevole Strega” e soprattutto “I Segreti di Brokeback Mountain”, il premiatissimo dramma sull’amicizia di due cow-boy gay diretto da Ang Lee, per il quale riceve una nomination agli Oscar come miglior attore protagonista e viene candidato ai premi Golden Globe e BAFTA.
    Dopo il drammatico “Inferno+Paradiso” e le sue partecipazioni in “Lords of Dogtown” ed “Io non sono Qui”, interpreta quello che forse sarà il suo epitaffio: “The Dark Knight”, il secondo capitolo delle avventure cinematografiche del supereroe Batman nella versione iperrealista e noir di Christopher Nolan (“Batman Begins”, “Memento”;). Nel film Ledger ricopre il ruolo del Joker, nemesi del Cavaliere Oscuro, con una performance che molti addetti ai lavori giudicano incredibile e che il pubblico vedrà diversi mesi dopo la sua morte, e cioè il 18 Luglio 2008.

    Il suo ultimo film interpretato è il fantasy “The Imaginarium of Doctor Parnassus”, diretto da Terry Gilliam (che aveva già lavorato con lui in “I Fratelli Grimm e l’Incantevole Strega”;), le cui riprese si sono interrotte a causa della sua scomparsa. Il film sarà comunque portato a termine e distribuito, scegliendo una di queste due opzioni: ricorrere alla grafica computerizzata, con frammenti virtuali di Ledger ricostruiti al computer da inserire nelle sequenze ancora non girate (come accadde nel 1994 con Brandon Lee nel film “Il Corvo”;), oppure chiamare un altro attore; Gilliam ha infatti contattato Johnny Depp perché possa sostituire il collega con un escamotage narrativo sintetizzato da una fonte vicina alla produzione: "Nel film c'è un momento in cui Heath Ledger si scaglia contro uno specchio magico. Lì potrebbe trasformarsi in un altro personaggio, ovvero Johnny Depp”.

    Tra le curiosità che circondano la sua vita e la sua carriera, c’è una nutrita serie di rifiuti da parte sua o bocciature ai provini di ruoli che hanno poi fatto la fortuna di altri attori: ad esempio, la parte di Anakin Skywalker nella seconda trilogia di “Guerre Stellari” (che andò ad Hayden Christensen), oppure quella di Peter Parker in Spider-Man (andato poi a Tobey Maguire) o ancora il rifiuto di interpretare il kolossal storico “Alexander” di Oliver Stone e il dramma di Baz Luhrmann “Australia”, accanto a Nicole Kidman.
    Per il ruolo del cow-boy gay in “I Segreti di Brokeback Mountain”, Ledger (subentrato a Joaquin Phoenix, che diede forfait) è stato paragonato dai critici a Marlon Brando e Sean Penn. Per molto tempo le sorti del film sono state fosche, perché non si trovava né un regista né una coppia di attori per interpretare una storia giudicata molto rischiosa; il film poi tardò ad arrivare nei cinema, subendo un limbo di distribuzione al quale però poi seguì uno straordinario successo di pubblico e critica, con ottimi incassi ed una sfilza di premi, tra i quali, Leone d'Oro a Venezia e Oscar da parte dell’Accademy.
    Curiosamente, tutti e tre i film che interpretò nel 2005 (“Casanova”, “I Fratelli Grimm e l’Incantevole Strega” e “I Segreti di Brokeback Mountain”;) furono presentati al Festival di Venezia dello stesso anno, il che gli regala il record come attore più proiettato della manifestazione.

    Tra i suoi amori, ci sono le lunghe relazioni con le attrici Heather Graham, Naomi Watts (che lo convinse ad interpretare il film di Ang Lee) e Michelle Williams, incontrata sul set de “I Segreti di Brokeback Mountain”, dove film interpretava il ruolo di sua moglie. Sul set del film fece amicizia anche con il collega Jake Gyllenhaal, che divenne uno dei suoi migliori amici nella vita, facendo persino da padrino al battesimo di Matilda Rose, la figlia di Heath e Michelle.
    Heath Ledger non ha mai avuto un buon rapporto con la stampa ed i fotografi, litigando più volte con loro per difendere la propria privacy (famosissimi i lanci di uova contro i paparazzi appostati davanti alla sua casa); visto il castello medianico di notizie ed indiscrezioni scandalistiche montato dai media a seguito della sua morte, forse l’attore non aveva tutti i torti..."




    Filmografia:

    2008 – The Imaginarium of Doctor Parnassus
    2008 – The Dark Knight
    2007 – Io Non Sono Qui (“I’m no There”;)
    2007 – Inferno+Paradiso (“Candy”;)
    2006 – Lords of Dogtown
    2005 – I Misteri di Brokeback Mountain (“Brokeback Mountain”;)
    2005 – I Fratelli Grimm e l’Incantevole Strega (“The Brothers Grimm”;)
    2005 – Casanova
    2003 – La Setta dei Dannati (“The Order”;)
    2003 – Ned Kelly
    2002 – Le Quattro Piume (“The Four Feathers”;)
    2001 – I Destino di un Cavaliere (“A Knight's Tale”;)
    2001 – Monster’s Ball
    2000 – Il Patriota (“The Patriot”;)
    1999 – 10 Cose che Odio di Te (“10 Things I Hate About You”;)
    1999 – Two Hands (serie televisiva)
    1998 – Home and Away (serie televisiva)
    1997 – Roar (serie televisiva)
    1997 – Un computer a 4 zampe (Paws) (serie televisiva)
    1997 – Blackrock (serie televisiva)
    1996 – Sweat (serie televisiva)
    1993 – Ship to Shore (serie televisiva)
    1992 – Clowning Around


    [​IMG]
  2. SteveVai

    SteveVai Tribe Member

    Registrato:
    9 Novembre 2007
    Messaggi:
    1.894
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    36
    Località:
    Dove c'e Musica
    Complimenti gli fa onore questo thread. Tengo a precisare che ieri ho visto Batman il Cavaliere Oscuro e posso dire con piena sincerita' che L' interpretazione di Joker e' da oscar.. Aveva dimostrato di essere un talento internazionale e restera nella storia del cinema.
  3. lenny82

    lenny82 Tribe Member

    Registrato:
    17 Dicembre 2007
    Messaggi:
    2.023
    "Mi Piace" ricevuti:
    106
    Punteggio:
    187
    Località:
    Felsina (ora conosciuta come Bologna)
    quoto in pieno
    penso la stessa identica cosa :cry:
  4. NegativeCreep

    NegativeCreep Tribe Member

    Registrato:
    1 Agosto 2007
    Messaggi:
    344
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    16
    Località:
    -Palermo-Planet Terron
    grande grande attore , sono rimasto di STUCCO al cinema , davvero sublime il suo jocker , anche se il mio mito rimane jack ,interpretazioni cosi meritano di essere ricordate in eterno;)

Condividi questa Pagina