1. BENVENUTO SU CONSOLE TRIBE

    Benvenuto, stai navigando nella nostra community come ospite

    Avere un account su Console Tribe ti permetterà di creare e partecipare alle discussioni e al mercatino, organizzare tornei e partite online, iniziare conversazioni personali con gli altri giocatori del forum e di utilizzare tutte le funzioni di questo sito.

    Registra il tuo account in meno di 5 secondi, se vuoi puoi sfruttare i login social via Facebook, Google Plus o Twitter.

Ninja Gaiden (altro aggiornamento)

Discussione in 'Console News, Articoli e Recensioni' iniziata da neo|linux, 18 Luglio 2003.

  1. neo|linux

    neo|linux Tribe Member

    Registrato:
    15 Febbraio 2005
    Messaggi:
    1.175
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    36
    Località:
    Como
    A poco più di dieci giorni di distanza dall’intervista pubblicata su Gamespot.com, Tomonobu Itagaki, leader del mitico Team Ninja, è tornato a parlare di Ninja Gaiden, l’attesissimo action game esclusiva di Xbox ancora in fase di sviluppo, questa volta in occasione di una lunga chiacchierata con i redattori di Gamers.com.

    Dalle domande e dalle risposte siamo riusciti a farci finalmente un’idea un po’ più precisa del progetto che Itagaki ed il suo gruppo stanno portando faticosamente a termine. Innanzitutto, l’uscita del titolo è stata confermata per la fine dell’anno, e questa è già una buona notizia, ovviamente se non ci saranno ulteriori slittamenti, ma Itagaki sembra proprio un tipo determinato e riteniamo che manterrà la promessa. Parlando invece del gioco in sé, Itagaki ha affermato che Ninja Gaiden sarà un videogame sicuramente più complesso e difficile da giocare rispetto ai moderni titoli action ma, grazie al semplice ed allo stesso tempo reattivo sistema di controllo implementato, anche tutti coloro che non rientrano precisamente nella schiera degli hardcore gamers potranno facilmente acquisire in breve tempo tutta l’abilità necessaria per divertirsi.

    Itagaki ha inoltre confermato che il nuovo capitolo di Ninja Gaiden non sarà un sequel della trilogia già apparsa su NES, bensì presenterà una storia completamente nuova che, temporalmente, si colloca due anni prima degli avvenimenti narrati nel primo episodio di Dead or Alive. Tra i personaggi del gioco, oltre al protagonista assoluto Ryu Hayabusa, sono stati citati Rachel, un eroina bionda dall’aspetto piuttosto provocante (di cui non si sa ancora se avrà un ruolo interattivo), una non meglio precisata "ragazza giapponese" protettrice del clan Hayabusa e Dynamo, una specie di super soldato cibernetico, capo del Vigoor Empire Mechanized Special Attack Team (MSAT), agguerrito avversario di Ryu. È stata confermata anche la presenza di Ayane, prelevata dalle fila di Dead or Alive, ma, visto che all’epoca dei fatti raccontati in Ninja Gaiden aveva solo 14 anni, avrà una parte solamente come allieva di Ryu Hayabusa. Riguardo proprio quest’ultimo, chi poneva le domande ha osato metterlo a confronto con altri due celebri Ninja delle console, ovvero Hotsuma di Shinobi e Rikimaru di Tenchu. Itagaki ha ovviamente posto il suo eroe una decina di gradini più in alto degli altri due, definendolo un Super Ninja, anche se ha ammesso di aver seguito con molto interesse i primi episodi di Shinobi fin dai giorni del Genesis. Su Tenchu, invece, non ha rilasciato commenti, poiché non ci ha mai giocato né ha intenzione di farlo in futuro.

    Parlando poi degli aspetti tecnici di Ninja Gaiden, Itagaki ha sottolineato come la maggior parte dei titoli action in 3D siano stati rovinati da una cattiva gestione della telecamera virtuale; per questo motivo, l’attenzione del team di sviluppo si è focalizzata a lungo su questo importante aspetto del gameplay, implementando un camera engine in grado di superare tutti i problemi conosciuti.

    Ad un certo punto, dal momento che Ryu Hayabusa fa largo uso di katana e nunchaku per combattere, l'intervistatore, riferendosi indirettamente a Soul Calibur II, ha chiesto se in futuro il Team Ninja svilupperà un titolo in grado di superare il successo ottenuto dal recente picchiaduro di Namco, così come D.O.A. ha fatto con lo stesso Tekken. Itagaki ha deciso allora di sfogarsi ed ha fatto una tirata contro i più recenti giochi multipiattaforma a basso costo, stigmatizzando il comportamento degli sviluppatori che prendono codici scritti per macchine dalle scarse prestazioni, ci spruzzano sopra un po’ di antiliasing e ne fanno un videogame che poi tentano di fare passare come una produzione anche per Xbox. L’arma migliore per contrastare tutto ciò, ha continuato Itagaki, non è altro che D.O.A. Online, gioco concepito appositamente per girare sulla console di Microsoft, sia dal punto di vista grafico che della giocabilità.

    Per concludere, si è discusso un po’ delle armi secondarie che saranno disponibili in Ninja Gaiden: almeno tre differenti modelli di shuriken, tra cui le famose Fu-Ma provenienti dall’ultima versione per SNES, e diversi tipi di frecce, normali ed incendiarie. Rispetto alla demo giocabile presentata all’E3, Itagaki ha deciso di cambiare l’impostazione del sistema di controllo, prendendo in considerazione anche la possibilità di dotare Ryu Hayabusa di ben tre diversi attacchi.

    Un ultima battuta concessa dal maestro giapponese ha lasciato intendere che nel nuovo Ninja Gaiden saranno inserite parecchie features tratte dalle prima versione del gioco uscita su NES.

Condividi questa Pagina