1. BENVENUTO SU CONSOLE TRIBE

    Benvenuto, stai navigando nella nostra community come ospite

    Avere un account su Console Tribe ti permetterà di creare e partecipare alle discussioni e al mercatino, organizzare tornei e partite online, iniziare conversazioni personali con gli altri giocatori del forum e di utilizzare tutte le funzioni di questo sito.

    Registra il tuo account in meno di 5 secondi, se vuoi puoi sfruttare i login social via Facebook, Google Plus o Twitter.

[Tutorial] Alta definione & XBOX 360

Discussione in 'TV HD e Connessioni Audio/Video per Xbox360' iniziata da Lukrash, 20 Novembre 2005.

  1. Lukrash

    Lukrash Tribe Member

    Registrato:
    18 Marzo 2005
    Messaggi:
    494
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    16
    [HIDE-THANKS]Alta definione & Xbox 360



    Come ben sappiamo la generazione in arrivo sta preoccupando per le costose “esigenze” che richiede per essere apprezzata a pieno. E’ stata definita l’hd era, ovvero era dell’alta definizione, argomento questo, nel quale l’italia è più indietro rispetto aglia altri paesi europei, e che quindi ha generato un po’ di confusione nella scelta dell’apparecchio giusto da usare per godere la grafica dell’x360 in tutto il suo splendore.

    Risoluzioni:

    Nella prossima generazione avremo a che fare con tv hd e monitor dalle mile risoluzioni, cosa che con le tv a tubo catodico non succedeva. E’ bene a profondire questo discorso partendo dalle fondamenta (non quelle di halo 2).

    Cenni sulle risoluzioni

    Le risoluzioni vengono indicate con il rapporto fra largezza e altezza (es 1280x720) e vengono abbreviate scrivendo solo l’altezza (in questo caso 720p/i). Accanto al valore noterete una “i” o una “p”, che stanno ad indicare se si tratta di una risoluzione interlacciata o progressiva. La prima ha una qualità più scadente, ed è usata in genere dale tv a tubo catodico (crt) mentre la seconda ha una qualità molto migliore in quanto genera immagini estremamente nitide e prive di "sfarfallio".

    Alta definizione

    L’alta definizione, indicata con la sigla HD, sfrutta risoluzioni più elevate delle tv classiche crt. Mentre un crt infatti ha risoluzioni di 720x576 pixel (576i) per il PAL, (lo standard europeo) e di 640x480 (480i) petr l’NTSC (lo standard americano), L'HDTV (tv ad alta definizione) ha invece una risoluzioni di 720p e di 1080 i/p. Questo vuol dire possibilità di visualizzare immagini più grandi e nitide rispetto alla televisione standard. La 1080p fornirebbe la massima qualità possibile per l'alta definizione, ma pochissimi televisori la supportano (questi si chiamano full hd) e comunque la quantità di informazioni da trasferire è tale da renderne problematica la trasmissione. La 1080i vanta una risoluzione in pixel maggiore, ma presenta gli sfarfallii tipici della risoluzione interlacciata (della tv standard a tubo catodico per intenderci). Solitamente si preferisce la 720p (1280x720), che è la risoluzione in cui verranno svilluppati i videogiochi di xbox 360 e,probabilmente, anche ps3.

    La sigla Hd ready è come un marchio doc che ci dice che l’apparecchio in questione ha i requisiti minimi per supportare l’alta definizione. C’è tuttavia da fare attenzione, poichè nel marchio hd ready vengono incluse tv hd classiche, full hd e hd compatibili. La differenza la fa la risoluzione standard. Le classiche (lcd) hanno pannelli di 720p o 768p e sono quelle più comuni e diffuse. Le full hd (plasma per adesso), ancora rare in commercio, hanno pannelli che supportano le risoluzioin più alte (1920x1080), tecnologia comunque ancora difficilmente raggiungibile per i mezzi moderni, e quindi molto costose oltre che poco sfruttate. Le hd compatibili (plasma) vengono chiamate così perché hanno pannelli in 480p, ma supportano comunque le risoluzioni più alte.Per far questo però devono ricorrere a grande lavoro dello scaler, con conseguente perdita di qualità rispetto ad una tv che una risoluzione hd ce l’ha di default (e ce quindi non ha bisogno di intervento dello scaler).

    Formati

    Queste risoluzioni, oltre ad essere più grandi e con teconologia progressiva, sono anche in formato diverso rispetto alle tv crt. La proporzione tra altezza e larghezza dello schermo HDTV infatti è di 16:9 contro i 4:3 della tv clasica. Oltre ad avere più spazio lateralmente, il 16:9 si adatta meglio al formato cinematografico, potremo così godere dei film senza rischio di perdere porzioni di immagini.Un piccolo accorgimento ci permette di riconoscere subito in quale formato è una risoluzione, facendo il rapporto fra larghezza e altezza.

    4:3 = 1,3 così come 640:480 = 1,3
    16:9 = 1,7 così come 1280:720 = 1,7

    Sono risoluzioni 4:3:

    640*480
    720*480 (Ntsc)
    720*576 (Pal)
    1024*768 (XGA)
    1152*864
    1280*1024
    1600*1200

    Sono risoluzioni 16:9

    852*480 (EDTV)
    1280:720 (HDTV 720p)
    1366:768
    1920:1080 (HDTV 1080i/p)

    Scaler

    Queso aspetto è fondamentale nel tema alta definizione, poiché è da questo che dipende la qualità che visualizzeremo nelle hdtv. Lo scaler è un dispositivo che c’è all’interno delle tv ad alta definizione che serve per adattare le risoluzioni. Come ormai tutti sapranno, le hdtv hanno una risoluzione standard del pannello (quella cioè, in cui l’apparecchio produce prestazioni e qualità migliori, grazie all’assenza dell’intervento dello scaler) ma possono supportare anche altre risoluzioni.
    Quando alla tv arriva un segnale con risoluzione diversa da quella sua nativa, lo scaler riadatta l’immagine alla risoluzione della tv. Se la risoluzione entrante è minore di quella dello schermo, lo scaler farà un upscale del segnale, ovvero dovrà calcolare e creare tutte le informazioni (i pixel) mancanti fino ad arrivare alla giusta risoluzione. Se al contrario lo scaler riceve più informazioni di quanto il video sia in grado di visualizzare, parte del segnale dovrà essere scartato. Queste operazioni comportano una perdità di qualità del segnale, e in particolare la perdità sarà direttamente proporzionale alla quantità di lavoro svolta da questo dispositivo.
    Si intuisce quindi, che è fondamentale scegliere la tv in base all’uso che ne faremo, perchèdovremo tenere in considerazione il segnale da mandare in entrata e cercare di evitare il più possiible l’intervento dello scaler. Le tv lcd hanno in genere pannelli in risoluzione nativa di 1366x768, per cui nel caso la tv ci servisse principalmente per i giochi, l’intervento dello scaler in questo caso sarà minimo, in quanto il segnale in origine (1280x720) è di poco diverso da quelo della tv, e quindi la perdita di qualità sarebbe quasi impercettibile. Diversamente, le tv al plasma che hanno risoluzioni native di 480p o 1024p, dovranno far fare un gran lavoro allo scaler se collegate ad un xbox 360.
    L’ideale, per xbox 360, sarebbe collegare una tv lcd con pannello di 720p di default, oppure, nel caso si abbia un pannello 768p, usare il cavo vga per fare una mappatura 1:1. La mappatura consiste nel selezionare da dashboard microsoft il segnale d’uscita in 768p anzicchè 720p, in modo da farlo uscire nella stessa risoluzione della tv ed evitare l’intervento,seppur minimo, dello scaler. Si ricorda che questa operazione è fattibile soltanto con il cavo vga.

    Tv, monitor e proiettori. Cosa scegliere.

    A questo punto è possibile procedere alla scelta della tv in funzione della console microsoft. Come si vedranno i giochi con la vecchia tv crt? E con il monitor del pc? Cos’è meglio fra un lcd ed un plasma? Per fare la scelta migliore, è ancora una volta necessario parlare di risoluzioni.
    Dal discorso precedente si evince l’importanza di usare una tv che faccia meno uso possibile dello scaler, o ancora meglio che non ne faccia uso del tutto.L’ideale per xbox 360 è avere una tv con una risoluzione standard uguale a quella in cui verranno sviluppati i giochi, ovvero 1280x720 (720p). Tuttavia, ricordiamo che anche il pannello in 768p, che è il pannello più diffuso fra gli lcd, va più che bene.

    Al contrario, si sconsigliano tv che hanno risoluzioni native molto diverse dal 720p, ovvero le tv classiche a tubo catodico (576i), le tv al plasma (480p). Qualche dubbio sorge di fronte alla possibilità, in futuro, di usare nei videogiochi ma anche nei film, risoluzioni maggiori di 720p. Sappiamo infatti che ci sono anche altri due formati per l’alta definizione (1080i/p) e questo potrebbe dare preoccupazione nel caso la tv non li supportasse. Ci tengo a sottolineare che comunque la risoluzione in 1080i, seppur più grande, non avrà mai la qualità di quella in 720p, perché si tratta pur sempre di una risoluzione interlacciata, con i classici difetti che comporta. Si presume che il successore del 720p sarà direttamente il 1080p. Le tv che lo supportano si chiamano “full hd”. Anche in questo caso, mi sento di tranquillizzare, in quanto seppur sia vero che il mondo dell’alta definizione è sempre in evoluzione, e probabilmente in futuro useremo questa risoluzione come standard, è anche vero che il tempo necessario perchèciò diventi uno standard è ancora lungo. Finchè non si affermeranno i nuovi formati (hd-dvd o blue ray) e finchè il digitale terrestre non trasmetterà in hd, persino la risoluzione di 720p sarà poco sfruttata (diciamo solo nei videogiochi) le tv full hd sono ancora molto costose.
    E’ vero che Sony ha annunciato il supporto al 1080p, ma si presume si tratti di una mossa preventiva oltre che pubbblicitaria, la sua, in quanto è plausibile che i giochi, per facilitarne la convrsione da un sistema all’altro, verranno sviluppati tutti in 720p.

    C’è da prendere coscienza del fatto che l’acquisto di una hdtv adesso non sarà comunque una spesa definitiva, ed è possibile che dopo 5 anni saremo invogliati a cambiarla con una di maggior qualità e risoluzione. Ma dobbiamo anche tener conto del fatto che fra 5 anni il civlo vitale di xbox 360 sarà probabilmnete al tramonto, per cui il consiglio che sento di dare, è di acquistare si una hdtv adesso, per godere dell’alta definizione offerta dalla console microsoft, ma di non spendere cifre molto elevate. Anzicchè fare un investimento adesso, è preferibile fare un acquisto di “comodo” adesso, e valutare l’investimento vero e proprio fra qualche anno.
    In questo senso le tv lcd più piccole (26” o 32”;) sono l’ideale.

    A questo punto possiamo prendere in esame tutte le soluzioni possibili per la console microsoft:


    Tv crt

    Nel caso si volese tenere la vecchia tv crt, l’unico inconveniente sarà quello di non poter godere dell’alta definizione. Per rendere l’idea della differeza, basta paragonare la qualità di un film in dvd con quella di un film visto su italia 1. Ovviamente i modelli flat 16:9 potranno offrire qualcosa in più, ma questo genere di tv oggi è diventato fra i meno indicati per i videogiochi, a causa della loro bassa risoluzione, e quindi, non compatibilità con l’alta risoluzione.
    I problemi di formato (deformazione immagine e bande nere) sono comunque risolti dalla possibilità di selezionare da dashboard la risoluzione in 480p.

    Monitor vga

    Nel caso non fosse possibile acquistare un HDTV, un buon compromesso è il monitor del pc, al quale la console va collegata tramite cavo VGA. E’ una tecnologia con un ottimo rapporto qualità prezzo, in quanto è possibile usufruire dell’alta definizione. I modelli lcd 16:9 non hanno nulla da invidiare alle tv piatte in termini di qualità, e in generale danno ottimi risultati con le console di prossima generazione. Gli svantaggi risiedono nelle dimensioni, in quanto non possono essere presi troppo grandi per non affaticare gli occhi nell’ uso classico del computer, mentre quelli di dimensioni più piccole (20”;) possono far rimpiangere le più grandi tv lcd.
    E’ importante sottolineare che le schede grafiche e i monitor LCD pur supportando entrambi l'HDMI, non saranno in grado di riprodurre filmati ad alta definizione se lo schermo non è compatibile HDCP. Per gli svantagi di cui sopra, si consiglia quindi di non acquistare nuovi monitor lcd 16:9 di grandi dimensioni, perché il loro prezzo sarebbe di poco inferiore a quello di una tv lcd più piccole, ma piuttosto si consiglia eventualmente di usare quello che si ha già come “strumento temporaneo”.

    Proiettori

    Se si parla di immagini a grande formato i proiettori la fanno sempre e comunque da padrone con un rapporto qualità-pollici/prezzo che qualsiasi flat tv si sogna ma è doveroso premettere che in media un proiettore non sostituisce mai un tv ma lo va sempre ad affiancare e se per qualche ragione vi siete fatti l'idea opposta rimarrete inesorabilmente delusi. L'utilizzo dei proiettori implica tutta una serie di problemi che li rendono poco adatti ad essere utilizzati come normali tv, quali la necessità di oscurare completamente la stanza, il consumo della lampada, l'assenza di un sintonizzatore e il fatto che l'immagine proiettata, incredibile ma vero, è in media troppo grande per un VG. Di solito l'azione in un videogioco moderno richiede il rapido spostamento dell'occhio per seguire l'immagine su schermo e quindi giocare su 80 o 100 pollici implica una distanza notevole, in genere non alla portata degli acquirenti.
    Nonostante ciò alcuni riescono ad utilizzarli anche con console, vecchie e nuove, anche se l'utilizzo principale consigliato rimane quello in abbinamento con un buon lettore dvd: l'unico VERO "cinema in casa"
    I proiettori entry level dlp o lcd hanno matrici che mappano la risoluzione pal o ancora peggio ntsc. I proiettori hd a 720p o 1080i esistono e si stanno diffondendo molto rapidamente a prezzi molto convenienti.

    Retroproiettori

    Gli schermi a retroproiezione,indicati per grandezze intorno ai 50”, sono una proposta interessante per risparmiare un pò di euro rispetto a uno schermo piatto di pari dimensione. Un altro vantaggio di questa soluzione è la buona qualità dell’immagine, almeno in rapporto a quella offerta dai modelli al plasma meno costosi. All’interno di un retroproiettore si trovano infatti un videoproiettore e un sistema di lenti e specchi che proiettano l’immagine sul retro dello schermo.
    Le possibilità di collegamento sono le stesse di uno schermo piatto, e così pure i criteri per la valutazione dei retroproiettori che usano la tecnologia Lcd. Alcuni dei migliori retroproiettori usano invece la tecnologia Dlp (Digital Light Processing), che ha pregi e difetti differenti. L’immagine ha contrasto e colori di ottimo livello; in compenso può mostrare dei fastidiosi riflessi colorati chiamati “effetto arcobaleno”. Questo difetto si attenua man mano che l’occhio si abitua, e la sua percezione è soggettiva: solo guardando l’immagine si può capire se ci dà fastidio oppure no. Un altro diferro del retroprioettore è la lampada speciale in tecnologia Uhp (Ultra High Pressure) che dura fra le 3000 e le 4000 ore. Quando lo si usa normalmente, bisogna pianificare una spesa di qualche centinaio di euro ogni due o tre anni per sostituirla. Infine questi schermi sono più complicati nella taratura della corvengenza.

    Tv Plasma

    Disponibili in formati dai 37” in su, il loro grande limite, in ambito console, sono le sue risoluzioni di default, in genere di 852x480 (16:9) o 1024x768 (4:3). Vengono marchiati hd ready perché supportano anche risoluzioni maggiori, ma queste sono raggiungibili solo tramite un grande lavoro dello scaler (che nei plasma è sempre in funzione) con conseguente notevole perdita di qualità nei videogiochi di prossima generazione. Inoltre sono svantagiati nei videogiochi anche per il loro minor dettaglio grafico rispetto agli lcd (cosa che però nella visualizzazione dei programmi tv diventa un pregio).
    Possiamo dire che le tv al plasma sono la scelta ideale per i chi è in cerca di una tv da salotto da sfruttare nella visione di programmi tv e film in formato cinematografico, campo nel quale sono milgiori degli lcd grazie a colori più naturali e meno freddi.

    Tv lcd

    Gli lcd invece risultano svantaggiati più degli altri se collegati ad ingressi non hd (programmi tv ad esempio) mentre sono la scelta ideale per una console, in quanto hanno il vantaggio di evitare ‘intervento dello scaler (sempre presente nei plasma) tramite mappatura 1:1, hanno maggiore dettaglio grafico, ed inoltre si trovano anche in dimensioni ridotte, quali 26”, ideali per la stanza di un ragazzo. Non a caso microsoft ha presentato la sua console tramite una tv lcd. Il famoso rischio di effetto scia di queste tv viene risolto grazie a pannelli con tempi di risposta sempre minori.

    Ecco quindi i requisiti da tenere in considerazione per l’acquisto di una tv lcd per xbox 360:

    - Hd ready, ovvero risoluzione minima di 1280x720 (più comune 1366x768, va bene lo stesso), formato 16:9 e supporto al progressive scan.

    - Deve avere gli ingressi Component e Vga ma si consiglia vivamente anche l’hdmi (compatibile hdcp) oltre ai vecchi composito,scart, s-video.

    - Non avere decoder integrato (non andrà più bene quando il digitale terrestre sarà trasmesso in alta definizione)

    - Luminosità di almeno 500 cd/mq (comune 550cd/mq), contrasto almeno 600:1 (consigliato 2000:1), tempo di risposta minore di 12ms (consigliato 8 ms)

    - Dimensioni: 2,5mt per 25” – 28” / 3mt per 32” / 3,5mt per 36” / 4,5mt per 50” - 60” [il motto più grande è meglio è non è affatto il più azzeccato]

    A tutti sarà capitato, girando per i vari centri commerciali, di soffermarsi di fronte alle tv, lcd e plasma, esposte nelle sale.. Sappiamo bene come queste tv non raggiungano la qualità delle tv classiche a tubo nella visione dei programmi tv. Questo succede perché il segnale tv (digitale ma anche sky) non è in alta definizione, per cui l’immagine proveniente dalle emittenti deve essere riadattata alla risoluzione dello schermo, che è più grande. Ovviamente una volta acquistata la tv, a casa ci aspetta un bel lavoro di ottimizzazione dell’immagine che ne migliora un po’ la qualità. Ma per non rimpiangere il vecchio crt nei film in seconda serata di italia 1, dovremo aspettare che anche le emittenti tv trasmettano in alta definizione, e mentre sky si sta già muovendo, si presume che per il digitale terrestre ci vorra più tempo. (A proposito, per allora il decoder non andrà più bene, ecco perché li regalano..)

    Connessioni:

    In base allìapparecchio scelto, useremo il collegamento adatto. Il segnale ad alta definizione può essere sfruttato da connessioni HDMI/DVI, Component e VGA,. Xbox 360 per l’alta definizione avrà solo uscita component e vga, oltre ai cavi per le tv a tubo, quali composito, rgb scart ed s-video. Analizziamoli tutti, anche in vista di un player hd complementare alla console.

    HDMI/DVI

    L’HDMI è l’interfaccia dell’alta definizione, il formato è digitale e la qualità è la migliore attualmente disponibile.. E’ il diretto successore del DVI, infatti i due standard sono compatibili. Mentre il DVI supporta solo il video, e affida l’audio ai cavi analogici rca, l'HDMI è in grado di trasferire anche il segnale audio tramite un unico cavo. La quantità di informazioni trasferibili tramite HDMI è misurata in 5Gbps. L’ingresso tv deve essere compatibile con l’HDCP, un sistema sviluppato da Intel per proteggere i dati ad alta risoluzione.
    Il segnale video ad alta risoluzione può essere anche trasmesso tramite cavi analogici component video o VGA, in futuro però il 720p e 1080i saranno raggiungibili solo tramite cavo digitale HDMI protetto dal sistema HDCP.
    Tipologia di connessione non supportata da xbox 360.

    Component HD AV

    Di serie nella confezione,il cavo component,analogico, permette di trasmettere il segnale sia in alta definizone alle hdtv con ingresso component che in bassa definizione alle tv normali, dotate i di ingressi rca/scart. Sono presenti 6 cavi : 2 audio (rosso e bianco) 1 video ( il classico giallo) e 3 component per l'alta definizone (blu, verde e rosso). Nel caso la connessione avvenga ad un hdtv il cavetto giallo non viene usato, mentre se la connessione avviene ad un crt si usano rosso e bianco (audio) e giallo (video) lasciando inutilizzati i tre per l’alta definizione (blu verde e rosso).
    Questo cavo permette di impostare da dashboard le risoluzioni 480p, 720p, 1080i. Se la tv/monitor ha risoluzioni diverse si consiglia il cavo vga.
    Ottima qualità in alta definizione.

    VGA HD AV

    Altra connessione analogica di alta qualità per sfruttare l’alta definizione. A differenza del component supporta molte più risoluzioni. Si rivela quindi necessaria per fare le mappature 1:1, in caso si dovesse collegare la console ad un monitor o ad una hdtv con risoluzione standard diversa da quella del gioco (720p)
    Per il collegamento ad un monitor lcd basta attaccare il cavo direttamente all’entrata vga, in un monitor crt è necessario un adattatore vga.
    Questo cavo permette di impostare da dashboard le risoluzioni: 640x480i; 720x576i, 848x480i; 1024x768p; 1280x720p; 1280x720p; 1366x768p; 1920x1080i
    Ottima qualità in alta definizione.

    Scart AV

    La classica presa scart per tv a tubo catodico sprovviste di altre entrate. Il segnale è analogico, non supporta l’alta definizione.
    Buona qualità nelle tv classiche

    S-Video AV

    Trasmette il segnale tramite un singolo cavo analogico (s-video).
    Media qualità nelle tv classiche.

    Standard AV (composito)

    Il segnale analogico viene trasmesso dalla console all’adattatore Scart o direttamente all'ingresso, tramite i tre cavetti rca (rosso e bianco per l’audio, giallo per il video). E’ la soluzione che troviamo inclusa in tutte le console.
    Bassa qualità nelle tv classiche.

    HD Player

    Una volta acquistata la tv hd ready, probabilmente sentiremo il bisogno di un lettore migliore di quello che collegavamo con la presa scart alla tv classica..
    La domanda sorge spontanea: andrà bene l’xbox 360? Occorre fare una breve panoramica sui supporti, vecchi e nuovi, e le risoluzioni in uso.

    Fin ora i film in dvd classici e i divx hanno risoluzione di 720x576, e la codifica usata è quella standard mpeg2 per i dvd e mpeg4 per i divx. La codifica per il formato HD (ovvero per l’alta definizione) è la Hd-Wmv, e prevede una risoluzione base di 1280x720p (possibili anche 1080i/p). Tuttavia non è sufficiente che il player supporti questa codifica. Infatti la quantità di dati necessari per ottenere un film di due ore ad alta definizione è tale che è difficile contenerli in un DVD. Per questa ragione due nuovi standard si stanno facendo strada sul mercato: l’HD-DVD supportato da Toshiba e il Blu-ray Disc da Sony. Analizziamo le cose dal punto di vista delle console.
    Sony supporterà il blue ray. Microsoft, inizialmente indirizzata verso l’hd-dvd, ha deciso di abbandonare questa strada adottando come lettore un semplice dvd dual layer. Per quanto riguarda i videogiochi, questo non costituisce un problema per la console microsoft, in quanto sarà possibile, al limite, usare più dischi come succedeva nella ps1. Diversa è la situazione per i film. Non potremo usare la console micorosft come lettore ad alta definizione, perché nonostante supporti la codifica hd-wmv questa è rarissima nei dvd classici, mentre diventerà uno standard nei nuovi formati di cui xbox 360 è sprovvista. Per cui saremo costretti a comprare un player appositamente per i film. Non è detto che ps3 potrà essere usata a questo scopo, perché non sappiamo quale supporto si affermerà nell’imminente futuro. E’ possibile, come dice Bill Gates, che venga sviluppato un nuovo supporto, che soppianti sia gli hd-dvd che i blue ray, tuttavia si presume che siano proprio i blue ray ad essere i favoriti.
    Ci vorrà qualche anno perché l’alta definizione coinvolga anche i film, ma è da riconoscere come la visualizzazione di un semplice dvd sia notevolemente migliore in una tv hd che in una a tubo catodico. In questo senso fa comodo un lettore che abbia uscita in alta definizione, ed xbox 360 fa al caso nostro, essendo in ogni caso migliore, come player, di quelli classici economici. In in futuro non molto lontano dovremo optare per un player adatto ai nuovi formati con uscita hdmi, ma per allora probabilmente si parlerà già del successore di xbox 360.


    Conclusioni:

    Dal discorso si nota come questa sia una generazione ambigua, probabilmente più lussuosa delle precedenti, perché mentre un tempo bastava la console per godere al masimo delle sue potenzialità, in questa la sola console non è sufficiente, siamo “costretti” a prendere una nuova tv per ottenere il must. Tuttavia il discorso alta definizione va molto al di là del mondo dei videogiochi, possiamo benissimo dire che non sono le nuove console a richiedere una HDTV, bensì siamo noi italiani ad essere indietro rispetto al resto d’europa e all’america (dove già i programmi vengono trasmetti in alta definizione e le hdtv sono già uno standard). Di questa condizione di arretratezza probabilmente non rendevamo neanche conto, c’è voluta la nuova generazione di console per farcelo notare.

    Tuttavia, è bene ricordare che siamo in una fase di intermezzo, fra la vecchia e la nuova tecnologia, per cui non esiste una spesa definitiva per tutto. Spendere 1500€ per un 32"lcd e rendersi conto che i programmi tv si vedono molto meglio con il vecchio 32" crt flat può risultare abbastanza triste..
    Così come può essere triste acquistare per 500€ un dvd recorder con hard disk, sapendo che fra qualche anno usciranno i nuovi formati (blue ray probabilmente) ma rendendosi conto del fatto che anche aspettando poi il nuovo registratore blue ray da salotto costerà tre volte tanto, ci si trova costretti a prenderlo adesso con aria turbata.

    Ha senso aspettare che la tecnologia si evolva, ed i prezzi si abbassino? una volta aspettato, si può essere sicuri che all'atto di fare l'acquisto non ci ulteriori novità in vista da renderci ancora una volta scettici e turbati?
    E' da notare come più passi il tempo e più velocemente si evolve la tecnologia, per cui se prima una data tecnologia, dalla sua affermazione al suo rimpiazzo durava 10 anni, adesso si tratta di 5 anni, domani magari saranno 3, e così via, esasperando il concetto di acquisto turbato..
    In un quadro del genere ha sempre meno senso aspettare, così come ha sempre meno senso investire.

    Per cui mi sento di riconoscere che la scelta migliore per xbox 360 resta una hdtv lcd di media grandezza (26" - 32"), ma mi sento altresì di riflettere su quanto sia problematica questa fase di passaggio fra la vecchia e la nuova tecnologia.


    .::Lukrash::.[/HIDE-THANKS]
    A davidefede piace questo elemento.

Condividi questa Pagina