1. BENVENUTO SU CONSOLE TRIBE

    Benvenuto, stai navigando nella nostra community come ospite

    Avere un account su Console Tribe ti permetterà di creare e partecipare alle discussioni e al mercatino, organizzare tornei e partite online, iniziare conversazioni personali con gli altri giocatori del forum e di utilizzare tutte le funzioni di questo sito.

    Registra il tuo account in meno di 5 secondi, se vuoi puoi sfruttare i login social via Facebook, Google Plus o Twitter.

MULTI [SPOILER TOPIC] Trama della serie Batman: Arkham

Discussione in 'Istruzioni per l'uso fai da te' iniziata da Stepet82, 22 Giugno 2015.

  1. Stepet82

    Stepet82 Guest

    SPOILER INSIDE
    In occasione d''uscita del nuovo gioco della serie vi propongo un riassunto delle trame dei primi 3 giochi della serie.
    La serie "Arkham" è composta da 3 giochi e un prequel. I tre giochi sono: Arkham Asylum uscito nel 2009 per pc, ps3 e 360 (nel 2011 anche per Mac), Arkham City uscito nel 2011 per pc, ps3 e 360 e l'anno seguente per Wiiu e Mac e Arkham Knight in uscita per Ps4, Xbox One, Pc, Mac e Linux il 23 giungno 2015. Il prequel è Arkham Origins uscito nel 2013 per Ps3, 360 pc, wiiu e ios e successivamente per Android. Di seguito, sotto spoiler, le trame, in ordine di uscita del gioco.
    Ultima modifica di un moderatore: 22 Giugno 2015
    A Master-Roxas, Sunny90, Tinosognatore e 2 altri utenti piace questo elemento.
  2. Stepet82

    Stepet82 Guest

    BATMAN: ARKHAM ASYLUM
    Joker ha preso in ostaggio il sindaco di Gotham, ma si è fatto catturare facilmente da Batman. Contemporaneamente un incendio nel penitenziario di Blackgate ha costretto le autorità a trasferire molti detenuti nel manicomio noto come Arkham Asylum. Tra di essi ci sono molti uomini di Joker. Durante il trasferimento di Joker ad Arkham questi, con l'aiuto di membri dello staff corrotti e di Harley Quinn, si libera e semina Batman con l'aiuto dei suoi scagnozzi. Batman li sconfigge e riprende l'inseguimento, ma viene di nuovo rallentato dal maniaco omicida Victor Zsasz. Questi è stato liberato e ha preso in ostaggio delle guardie. Joker diffonde la notizia che la città è disseminata di bombe pronte a esplodere se qualcuno tenta di accedere al manicomio libera tutti i detenuti lasciandoli liberi di agire. Inoltre fa rapire il commissario Gordon. Il tutto pare orientato a distrarre Batman e fargli perdere tempo.
    Il cavaliere oscuro procede passando dal padiglione gestito da Barbara Gordon, alias Oracle, che è ovviamente preoccupata per le sorti del padre.
    Proseguendo Batman trova lo stesso Joker che gli manda contro un uomo mutato, dalla forza sovrumana, che però muore di infarto durante il combattimento. Joker è scocciato, dice di aver bisogno di altre cavie e sparisce.
    Batman prosegue la sua ricerca del commissario e trova una pista all'esterno di un edificio grazie a Gordon stesso che gli ha lasciato una scia di tabacco della sua pipa da seguire. Seguendola si imbatte in un gruppo di medici in ostaggio e nota che il Joker ha rivolto particolare attenzione alla ricercatrice Penelope Young che lavora sullo sviluppo di un progetto chiamato "Progetto Titan" ( in Origins verrà chiamato "TN-1"). La donna non da troppe informazioni a Batman che, non avendo tempo a disposizione, lascia stare e prosegue nella sua ricerca.
    Trova un gruppo di pazienti e guardie in preda al terrore e il corpo di Gordon. Batman è sconvolto e inizia ad avere allucinazioni sui suoi genitori e su Gordon causate dal gas dello Spaventapasseri. Questi appare e gli inietta una dose della sua droga costringendolo a lottare contro i suoi stessi incubi. Batman alla fine riesce ad uscire dall'incubo e lo spaventapasseri è scomparso.
    Continua a seguire la pista del tabacco e arriva al luogo in cui Gordon è tenuto in ostaggio da Harley Quinn. Lo libera battendo Harley, ma finisce di nuovo in una trappola: in quell'edificio c'è anche Bane. Questi, in fin di vita, è collegato a un macchinario che ne sta estraendo il venom dal sangue. Bane gli racconta che la dottoressa Young lo ha portato lì da Blackgate e lo ha sottoposto ai suoi esperimenti. Su un monitor appare Joker che, premendo un tasto, reimmette il venom in Bane che si libera e combatte con Batman che, però, riesce ad avere la meglio. Batman accompagna Gordon a un traghetto che lo riporterà in città e si dirige verso una batcaverna che aveva costruito proprio per queste evenienze. Qui scopre che il progetto Titan ha come scopo la sintesi di una sostanza, il Titan appunto, che è una versione migliorata del venom: è in grado di conferire la stessa forza con una sola applicazione mentre il venom ha bisogno di essere somministrato regolarmente. Il finanziatore del progetto è un tale Jack White, alias Joker. La dottoressa Young ha sospeso il progetto e costretto Joker a venire ad Arkham per prendere la sostanza e vendicarsi della dottoressa. Batman si reca negli uffici amministrativi del manicomio per trovare i documenti del progetto prima di Joker. Nell'edificio ci sono già gli uomini di Joker e lo Spaventapasseri gli, col suo gas, gli fa rivivere l'omicidio dei suoi genitori. Quando riesce a liberarsi scopre che Joker ha preso i documenti e lasciato la Young in mano a Zsasz. Batman la libera e scopre che la dottoressa ha un modo per fermare il Titan nella sua cassaforte. Quando va ad aprirla questa esplode uccidendola e stordendo Batman. Al suo risveglio si ritrova davanti Harley Quinn che ha rapito il direttore del manicomio Sharp e se ne va lasciando Batman con i suoi sicari. Batman li batte e, ferito, prosegue verso il padiglione in cui ci sono i pazienti più pericolosi. Qui incontra Poison Ivy, rinchiusa in una campana di vetro che non fa passare la luce, facendola restare debole, che lo implora di liberarla per andare a salvare le piante nella serra, ma Batman non è intenzionato ad aiutarla. Riesce a raggiungere e liberare Sharp, ma cade di nuovo in trappola: Joker e Harley aprono le celle di questa zona, compresa quella di Ivy. Batman riesce a superare i detenuti, ad arrivare ad Harley e a rinchiuderla in una cella. Le trova addosso una lista di supercriminali che riporta la scritta "lista degli invitati alla festa di Mr.J". Prosegue verso la serra dove scopre che Joker sta facendo esperimenti sulle piante per potenziare il Titan. Incontra di nuovo Ivy, a cui è stato iniettato il Titan che le permette di controllare con la mente lo sviluppo delle piante. Inizia così a invadere con le piante il manicomio distruggendo tutto quello che incontra. Ma Batman trova la contromisura che voleva mostrargli la dottoressa Young: questa, con l'aiuto della stessa Ivy, ha creato delle radici con un principio attivo che assorbe il Titan invertendone gli effetti. Per proteggere questa scoperta l'ha nascosta nella tana di Keller Croc. Prima di raggiungere la tana Batman viene attaccato di nuovo dallo Spaventapasseri, ma questa volta Batman si lancia al suo inseguimento e lo insegue nelle fogne. Questi, messo alle strette, minaccia di buttare la droga nell'impianto idrico del manicomio, ma dalle acque emerge Killer Croc che gli si lancia contro. Batman lo colpisce con un batarang sul collare elettrificato stordendolo. Lo Spaventapasseri finisce nell'acqua e Batman affronta Croc sconfiggendolo. Prende le radici e va alla batcaverna per sintetizzare l'antidoto però le piante di Ivy la invadono e la distruggono durante il processo di sintesi lasciando Batman con una sola fiala a disposizione.
    Joker rivela il suo reale piano: diffondere il Titan su Ghotam e far uscire il vero io da ogni cittadino trasformandoli in mostri che si distruggono l'un l'altro. Batman deve sbrigarsi a liberarsi di Ivy, ma questa si è potenziata e integrata in una pianta gigante. Quando Batman riesce a sconfiggere Ivy è ormai l'alba e Joker lo aspetta come ospite speciale che assista al finale del suo piano. Lo attira con fiochi d'artificio a forma di pipistrello verso la sua trappola: ha di nuovo rapito Gordon e vuole iniettargli il Titan. Batman riesce a impedirlo, ma viene colpito dal dardo contenente il Titan. Batman si oppone alla mutazione e Joker si inietta il Titan a sua volta. Batman si inietta l'unica dose di antidoto e affronta un Joker mutato sul tetto del manicomio. Batman è ferito gravemente, ma riesce a prevalere scagliandolo sulla rete elettrificata e colpendolo dopo essersi cosparso la mano di gel esplosivo (e rompendosela). La polizia finalmente può intervenire, i pazienti vengono riportati in cella, le piante di Ivy distrutte e vengono curati tutti quelli che avevano assunto il Titan. Joker è stato salvato, ma è in condizioni gravissime. Mentre Batman parla con Gordon si sente alla radio della polizia che Due Facce sta assaltando la Corte di Giustizia e Batman parte alla volta di questa.
    Ultima modifica di un moderatore: 22 Giugno 2015
  3. Stepet82

    Stepet82 Guest

    BATMAN: ARKHAM CITY
    La storia riparte alcuni mesi dopo gli avvenimenti di Asylum. Il direttore Sharp ha sfruttato gli eventi per essere eletto sindaco e dare il via alla costruzione di Arkham City: una "città prigione" che sostituisce Blackgate e Arkham in cui sono detenuti tutti i delinquenti della città, in isolamento dal resto della popolazione. La città nasce nella zona della vecchia Gotham (distrutta da un terremoto), circondandola con mura altissime. La città è difesa da un gruppo paramilitare noto come TYGER. Supervisore della città è il dottor Hugo Strange, ossesionato da Batman e a conoscenza della sua vera identità. Gordon e Wayne si oppongono politicamente alla costruzione della città.
    Durante un comizio di Wayne, rivolto contro Sharp, le guardie TYGER intervengono e arrestano il miliardario trasferendolo nella città prigione. Hugo è felice di avere Batman nella struttura, ma non rivela la sua identità a nessuno. Parla però a Bruce del Protocollo 10 che entrerà in vigore in poche ore e che renderà Strange molto importante, senza però rivelare ulteriori informazioni. Wayne viene introdotto nella città.
    Oswald Cobblepot, alias Pinguino, è diventato uno dei padroni della città e, venendo a sapere della presenza di Wayne, gli da il benvenuto. Wayne smette di fingere, si libera dalle manette e fugge. Contatta Alfred che gli manda un Batplano che gli sgancia la sua attrezzatura. Batman scopre che i criminali minori rischiano di morire di freddo e di fame perchè il cibo, lanciato da elicotteri, viene intercettato dai criminali maggiori. Per questo tutti cercano di entrare nelle bande dei 3 maggiori criminali: Pinguino, Joker e 2 Facce. Le guardie TYGER lasciano che questo avvenga perchè il loro compito è solo quello di impedire che qualcuno esca dalla città. Joker è il criminale più temuto anche se una malattia del sangue lo sta uccidendo. Harley Quinn fa le sue veci.
    2 Facce sta creando la sua gang e, per acquisire notorietà, ha rapito Catwoman e l'ha portata al Palazzo di Giustizia dove sta inscenando un finto processo.
    Batman vuole salvarla e la trova legata a testa in giù nell'aula, sopra un contenitore pieno di acido. Dent (2 Facce) fa da giudice, ma fa decidere sempre alla sua moneta truccata. Batman interviene e Catwoman ne approfitta per liberarsi e aggredire 2 Facce. Batman lo lega e lo appende sopra l'acido e scopre, interrogando Catwoman, che Strange sta organizzando qualcosa che ha a che fare con lo stesso Batman. Mentre parlano Batman vede il laser di un mirino sulla faccia di Catwoman e la salva. La donna scappa e Batman studia la balistica del colpo scoprendo che questi è partito dal vecchio campanile. Lo raggiunge e trova gli uomini di Joker e Quinn stessa. Si libera di loro e la donna fugge. Libera tutti gli ostaggi nella chiesa e parla con Aaron Cash che non ha informazioni sul protocollo 10, ma gli dice che Quinn ha rapito dei medici. Batman va sul campanile e scopre che il fucile era comandato a distanza e serviva ad attirarlo lì: la cima della torre è imbottita di esplosivo. Batman fugge mentre la chiesa salta in aria. Scopre che il segnale che comandava il fucile proviene dalle acciaierie Sionis. Batman si reca lì e scopre che proprio ci sono i medici rapiti da Quinn e che il loro scopo è curare Joker, trovando la morte in caso di fallimento. Batman salva i medici e raggiunge la stanza dove si trova Joker trovando Quinn che piange sul cadavere del suo capo. Batman la allontana e controlla che l'uomo sia realmente morto, ma alle sue spalle appare il vero Joker, col volto pieno di piaghe, che lo mette ko.
    Catwoman decide di rubare una cosa che possiede Strange e cerca aiuto in Poison Ivy. Questa rifiuta di aiutarla e la imprigiona nella sua edera.
    Batman si risveglia e Joker gli chiede il suo aiuto: nei mesi precedenti si era rivolto a Mr Freeze, ma questi si era improvvisamente dileguato. Batman deve ritrovarlo e, per costringerlo, gli inietta il suo sangue malato e gli spiega che ha spedito altre sacche del suo sangue ai principali ospedali di Gotham.
    Le indagini portano Batman a scoprire che il dottore è prigioniero del Pinguino nel suo museo che voleva rubargli l'arma congelante. Nel museo Batman trova varie teche tra cui una con una misteriosa donna: l'incisione dice che si tratta di una misteriosa assassina che ha quasi messo KO l'organizzazione del Pinguino. Dai tatuaggi Batman la identifica come membro della Lega degli Assassini di Talia al Ghul, figlia di Ra's al Ghul. Batman prosegue combattendo contro i sicari del Pinguino e salvando alcuni poliziotti infiltrati, fino a trovare Freeze. L'uomo è senza tuta e in fin di vita in una teca che lo tiene a temperatura. Il dottore gli rivela che nella tuta c'è un chip che disabilita la sua arma criogenica: batman la trova nel museo e entra in possesso del chip. Raggiunge il Pinguino nell'Iceberg Lounge e disattiva l'arma congelante. Il Pinguino con una bomba distrugge il pavimento rivelando una stanza in cui c'è Solomon Grundy. Batman sconfigge entrambi e lascia il Pinguino nelle mani di Freeze (che nel frattempo si è ripreso la tuta) che lo imprigiona in una delle teche. Freeze dice a Batman di aver trovato una cura per Joker, ma è instabile. Serve un enzima capace di legarsi al dna e di un soggetto che testi tale enzima per anni. Batman ha la soluzione: Ra's al Ghul. L'uomo vive da 600 anni grazie alle proprietà delle Fosse di Lazzaro. Batman ha bisogno del suo sangue e segue le tracce dell'assassina di Talia, che nel frattempo si è liberata e fuggita. Nel frattempo Strange comunica, tramite gli altoparlanti in città, il countdown per l'entrata in atto del Protocollo 10.

    Batman insegue l'assassina e la affronta. A lei si uniscono altre due assassine e Batman sta per essere sopraffatto a causa della sua malattia, ma viene aiutato da Robin che mette in fuga le assassine dando il tempo a batman di piazzare una microspia su una di loro. Batman affida un compito a Robin: controllare se veramente negli ospedali c'è il sangue infetto di Joker. Il segnale porta Batman nelle fogne dove trova gli uomini di Joker che cercano di raggiungere il magazzino delle armi dei TYGER da usare contro gli uomini del Pinguino. Presto però si scopre che è lo stesso Strange che li sta armando. La malattia sta avendo il sopravvento su Batman.
    Sotto le fondamenta di Gotham vecchia Batman scopre i resti di Wonder City: il modello di città pulita e efficiente creata durante i primi del '900 e poi abbandonata. Bruce ha un malore e viene soccorso da Talia al Ghul, innamorata di lui. Lui le dice di dover parlare con suo padre e lei risponde che è disposta ad accettare solo se lui accetta di diventare suo sposo. Lui finge di accettare e viene condotto alla prova che lo renderà degno di parlare con Ra's: beve da un calice contenente alcune gocce provenienti dalla Fossa di Lazzaro che gli restituiscono un pò di salute, ma sono anche una droga psicotropa. Batman affronta allucinazioni fino ad incontrare un Ra's vecchio e in putrefazione che lo implora di ucciderlo e sostituirsi a lui al capo della Lega degli Assassini. Batman rifiuta.
    Ra's spiega che li, sotto le fondamenta della vecchia Gotham, c'è una Fossa di Lazzaro e, utilizzando la grande torre di guardia come parafulmine (la Wonder Tower) lui la attiva con l'elettricità, ci si tuffa e ne riesce ringiovanito. Affronta Batman con lo scopo di venir ucciso da questi, ma il cavaliere oscuro prevale malgrado gli effetti del calice senza ucciderlo. Ra's punta il coltello verso la figlia minacciando di ucciderla e Batman lo stordisce con un batarang. Talia, arrabbiata con entrambi, se ne va. Batman ignora le richieste di Ra's e gli preleva il sangue e gli intima di distruggere la Fossa, anche se sa che non lo farà.
    Robin informa Batman che decine di persone sono state infettate dal sangue di Joker e la cifra è destinata ad aumentare: Batman deve raggiungere Freeze per sintetizzare la cura. Appena esce dalle fogne Batman viene a sapere che Strange ha fatto rinchuidere lo stesso Sharp con false accuse. Batman lo cerca e lo salva da un pestaggio e scopre che Sharp è sempre stato al soldo di Strange e di altre persone misteriose che hanno manipolato l'opinione pubblica.
    Batman raggiunge Freeze che sintetizza la cura e la divide in due fiale: ne mette una in cassaforte congelandola e distrugge l'altra. Ricatta Batman intimandogli di ritrovare il corpo di sua moglie Nora, trafugato da Joker, che è in uno stato di stasi e ha bisogno delle sue attenzioni per sopravvivere. Batman affronta Freeze e lo sconfigge con l'astuzia disattivando la sua tuta e costringendolo a rimanere nel suo laboratorio. Batman apre la cassaforte, ma la trova vuota: Harley Quinn l'ha aperta passando dal lato opposto e lasciato un biglietto. Batman insegue Quinn e promette a Freeze di salvare la moglie (missione secondaria). Per rallentarlo Quinn abbatte l'elicottero su cui si trova la giornalista Vicki Vale e lo costringe a correre in suo soccorso. Batman torna all'acciaieria e viene a conscenza che Strange è appena uscito da una riunione con i vertici di Gotham da cui ha ottenuto l'autorizzazione ad attivare il Protocollo 10: una misura di sicurezza estrema da attivare in casi di estremo pericolo. Per questo ha fornito le armi a Joker, creando così i pressuposti per ottenere l'autorizzazione. La sua voce scandisce agli altoparlanti il conto alla rovescia: 30 minuti all'attivazione del Protocollo 10.
    Joker ha assunto la cura di Freeze ed è guarito e sta pianificando l'evasione. Batman trova Quinn legata e imbavagliata, poi trova Joker completamente guarito con il quale combatte. Batman ha la meglio, ma è stremato e Joker si avvicina a lui con un coltello in mano. Interviene Talia che propone a Joker di condurlo alla Fossa se risparmia Batman. Joker accetta e i due si avviano mentre Batman implora Talia di non farlo. La donna le mostra, senza farsi notare, un segnalatore sulla sua giacca: Batman potrà seguirli.

    Catwoman, ancora prigioniera di Ivy, propone uno scambio alla sua carceriera che accetta. Ivy scava un tunnel fino al caveau degli oggetti confiscati da Strange. Mentre Catwoman entra si sente l'annuncio che il Protocollo 10 è entrato in vigore e si sentono delle esplosioni. Catwoman ruba due valigette piene di diamanti e, mentre scappa, scopre che Batman è imprigionato e in pericolo. Abbandona le valigette e va ad aiutare Batman. Il cavaliere oscuro scopre che il Protocollo 10 è un piano per distruggere Arkham City e uccidere tutti i criminali di Gotham. I TYGER bombardano la città prigione, ma Batman va a salvare Talia. Alfred e Oracle si oppongono a questa decisione e disturbano il segnale di Talia. Batman è arrabbiato, ma si reca verso la Wonder Tower per mettere fine ai piani di Strange. Batman scala la torre mentre la voce di Strange gli dice dagli altoparlanti che sa del suo arrivo e che non può fare nulla per fermarlo. Dice anche che lo stesso sistema verrà attuato anche a Metropolis e Keystone City. Strange si riferisce spesso a un "maestro". Batman riesce a entrare nel bunker del dottore e a revocare il Protocollo 10. Mentre Batman lo pesta lui continua a parlare del "maestro". Il petto di Strange viene trafitto da una lama: è Ra's al Ghul. Lui è il "mestro" ed è stato lui ad ordire tutto il piano. Anche Wonder City era una sua creazione, ma fallì. Batman prega Ra's di salvare Strange, ma questi lo ignora. Con le ultime forze Strange attiva tramite i comandi vocali il Protocollo 11 facendo saltare in aria la cima della torre. Batman e Ra's saltano fuori in tempo e Batman prova a salvare il nemico aprendo il mantello e stringendosi a lui, ma questi si trafigge con la spada constringendo il cavaliere oscura a mollare la presa. Ra's si schianta al suolo morendo.
    Batman deve ancora affrontare una minaccia: Joker ha Talia e la tiene al Monarch Theatre (il cinema dietro al quale morirono i genitori di Bruce). Joker, tenendo sotto tiro Talia, chiede a Batman la cura (anche se l'ha già assunta), ma Talia riesce a disarmarlo e ucciderlo con la sua spada. Dalla tasca tira fuori l'ultimo flacone di cura che aveva rubato a Quinn (ecco perchè era legata). Batman non capisce come aveva fatto Joker a guarire. Si sente uno sparo e Talia cade morta. Sul palco si vede Joker, ancora malato, ma vivo che spiega che ha sempre avuto un doppio. Il Joker a terra si rialza, prende la cura e la inghiotte. Il suo corpo si contorce e rivela la sua vera identità: Clayface. Mentre Batman e Clayface combattono Joker attiva le bombe nel cinema facendo esplodere il pavimento e facendo cadere i due nelle fondamenta della città. Batman riprende i sensi e si trova a Wonder City, davanti alla Fossa di Lazzaro. Anche Clayface si riprende e riparte lo scontro. Batman usa delle granate congelanti per bloccare il corpo di Clayface e recuperare la cura. Joker ride mentre sta per tuffarsi nella Fossa, che lo guarirà, ma Batman usa la spada di Talia per far crollare un'impalcatura su Clayface che cade nella fossa ricoprendola. Batman ingoia solo metà della cura e Joker gli va alle spalle armato di coltello. Batman si accorge e cerca di fermarlo, ma viene colpito alla spalla. La fiala cade e si rompe. Batman gli dice che lo avrebbe salvato e Joker muore. Harley Quinn lo attende all'esterno per ucciderlo, ma, vedendo il corpo di Joker portato in braccio da Batman, scoppia in lacrime. Batman raggiunge la polizia e posa il corpo di Joker sul cofano di una volante.
    Dopo i titoli di coda è possibile concludere la trama legata a Catwoman.
    La donna torna al suo rifugio per riprendere la refurtiva accumulata nel tempo e fuggire dalla città. Si sente ovunque la notizia della morte di Joker e le principali gang si sono sciolte, tranne quella di 2 Facce. Appena entrata nel suo rifugio questo esplode. Rinviene circondata dagli uomini di 2 Facce che mette KO. Scopre che Dent ha rubato la sua refurtiva e l'ha divisa in due parti: una l'ha distrutta, l'altra l'ha data ai suoi scagnozzi. La donna mette KO il suo avversario e va a recuperare il suo bottino. Uscendo incrocia Batman che gli dice che c'è ancora molto da fare in città.
    Ultima modifica di un moderatore: 22 Giugno 2015
  4. Stepet82

    Stepet82 Guest

    BATMAN: ARKHAM ORIGINS
    La trama di questo gioco, essendo un prequel, va posta cronologicamente prima dei precedenti due capitoli.
    Nel penitenziario di Blackgate, la notte della vigilia di Natale, ci sarà l'esecuzione di Julian Gregory Day, il serial killer noto con l'alias di Uomo Calendario. A catturarlo è stato Batman, un supereroe la cui esistenza è ancora negata dalle forze dell'ordine. D'un tratto tutte le tv danno la notizia straordinaria che Blackgate è stata presa d'assalto dagli uomini di Roman Sionis, alias Maschera Nera, che vogliono liberare il loro capo e vendicarsi del commissario Loeb, che hanno rapito e portato nella prigione. Batman va alla prigione e scopre che gli uomini di Sionis hanno conquistato la prigione, che il criminale noto come Killer Croc è il braccio destro di Sionis e che Loeb era sul libro paga di Sionis. Per farne un esempio Maschera Nera butta Loeb nella camera a gas dove doveva avvenire l'esecuzione dell'Uomo Calendario, che viene liberato. Batman non arriva in tempo per salvarlo e allora insegue Sionis. Viene a sua volta inseguito da un drone, così decide di distruggerlo e rimuovere la sua memoria (che analizzerà successivamente). Arriva al tetto della prigione per vedere Sionis fuggire in elicottero e venire rallentato da Killer Croc. Batman lo batte, lo immobilizza e lo interroga per scoprire che quella stessa notte Maschera Nera ha messo una taglia di 50 milioni di dollari sulla sua testa e che 8 assassini (Croc compreso) hanno accettato la sfida.
    La polizia, comandata dal capitano Gordon, cerca di arrestare Batman, ma lui fugge.
    Dalla memory card del drone scopre l'identità degli 8 assassini: Killer Croc, Bane, Deadshot, Deathstroke, Firefly, Electrocutioner, Copperhead e Shiva. Scopre anche che il drone appartiene al Pinguino e decide di cercarlo. Per scovarlo interroga Leblanc, contrabbandiere del Pinguino, e scopre che il Pinguino ha la base sun una nave, la Final Offer, attraccata al molo Dixon. Batman la raggiunge e incontra al suo interno Electrocutioner che lo batte facilmente lasciandolo a terra privo di sensi, ma lo lascia libero di fuggire una volta rinvenuto.
    Il pinguino ha rapito il figlio di Carmine Falcone, boss della mafia, e lo sta torturando per far ritirare il padre dal mercato nero delle armi, ma Batman interrompe la tortura e colpisce Pinguino. Questi sa solo che c'è stato un omicidio alle Lacey Towers che riguarda Maschera Nera. Viene interrotto da Deathstroke, ma Batman riesce a batterlo, anche se con difficoltà. Lo immobilizza, chiama la polizia e gli prende l'artiglio remoto. Nel frattempo il Pinguino è fuggito e Batman chiama Albert per avere informazioni sulle Lacey Towers: pare che Maschera Nera sia stato assasinato.
    Batman va alle torri, entra nell'appartamento di Sionis e studia la scena del crimine che risulta alquanto strana. Maschera Nera è a terra, colpito da un proiettile da almeno due giorni, ma Batman lo ha visto poche ore prima al penitenziario. La sua fidanzata è appesa al lampadario, colpita da un proiettile sparato da sdraiati. L'appartamento è andato a fuoco e ci sono segni di lotta. Trova anche impronte del Pinguino, ma sono successive all'omicidio. Batman ha 3 indizi: il DNA della vittima, delle impronte non identificate e un sms che indica un nome del suo stalker: Joker. Batman ha bisogno di accedere al database della polizia, ma per questi è un criminale, quindi deve accedere di nascosto. Una volta all'interno scopre che la maggior parte degli agenti è corrotto e che l'unico onesto pare il commissario Gordon, che sta litigando con sua figlia Barbara in una discussione in cui lei difende l'operato di Batman. Scopre anche che Branden, capo degli SWAT, è al soldo di Sionis e intende uccidere Batman per intascare la taglia. Per farlo deve prima liberarsi di Gordon e cerca di screditarlo liberando tutti i detenuti tenuti in custodia dal commissario. Batman approfitta della situazione per entrare nella sala dei server dove incontra Barbara. Lei decide di aiutarlo rivelandogli che i cavi per connettersi al server principale sono nelle fogne. Uscendo Batman incrocia Gordon, cerca di convincerlo che sono dalla stessa parte, ma, ricevuta risposta negativa dal commissario, è costretto a fuggire.
    Batman va nelle fogne per scoprire Sionis le sta riempendo di esplosivi per far esplodere la centrale. Siccome la maggior parte dei poliziotti sono sul suo libro paga i suoi sgherri trovano strano questo comportamento. Batman arriva al database della polizia e scopre che il DNA non è di Sionis, ma di un suo uomo e che la ragazza è stata catturata e appesa da Joker, che aspetta Sionis. Questi traveste da se stesso un suo sicario e lo manda avanti e, quando Joker lo uccide, Sionis lo aggredisce. Joker ha la meglio e, mentre è stordito a terra, lo obbliga a sparare alla fidanzata per poi trascinarlo via. Il Pinguino arriva dopo nella speranza invana che Sionis sia morto.
    Ma perchè Joker ha rapito Sionis? Questi è propietario della Gotham Merchants Bank, nella quale ci sono scanner biometrici che solo lui può aprire, e Joker vuole usarlo per rapinare la banca.
    Batman corre sul posto e trova molti cadaveri di guardie, clienti e membri della banda. Nel caveau scopre che lo stesso Sionis ha rapinato la banca mentre al suo fianco è legato Sionis. Capisce così che non è Sionis ha aver messo la taglia, messo gli esplosivi sotto il commissariato ed effettuato la rapina, ma Joker.
    Batman cerca di fermarlo, ma il criminale lo mette KO e uccide la segretaria di Sionis. Batman rinviene, rintraccia un ex uomo di Maschera Nera e scopre che Joker è alle acciaierie di Sionis.
    Batman va alle acciaierie e, nei computer di Sionis, scopre che questi stava facendo pedinare Joker da tempo. Batman deve parlare con Sionis, che è tenuto prigioniero lì. Lo trova, lo libera e lo interroga senza ottenere risposte. Vengono interrotti da Copperhead, che ha messo sui suoi artigli del veleno allucinogeno e paralizzante, e che colpisce Batman alle spalle. Sionis fugge e Batman è in preda alle allucinazioni. Riesce a inviare un campione del veleno ad Alfred e inizia il combattimento con Copperhead, cercando di resistere fino a che Alfred non gli invia l'antidoto. Batman si riprende e vince lo scontro e l'assassina, per non finire in galera, da informazioni a Batman: lei aveva capito che c'era Joker dietro la taglia e sa che Joker ha invitato gli assassini ad un meeting di cui gli dirà l'ubicazione se verrà liberata. Ma Batman sa già quello che gli serve e la rinchiude allertando la polizia. Userà la firma elettromagnetica di Electrocutioner per raggiungere il luogo del meeting. Tarando il suo cappuccio segue la firma e arriva al Grand Royal Hotel. Qui Joker ha messo gli SWAT a fare da guardia, ma Batman entra lo stesso e arriva alla sala di sorveglianza dalla quale spia Joker e gli assassini: Joker si è rivelato e autoproclamato boss della città, afferma che la taglia è ancora valida, ma ora vuole Batman vivo. Poi uccide Electrocutioner gettandolo dalla finestra. Firefly accetta l'incarico, Bane afferma di voler uccidere lui Batman, al massimo può farglielo vedere subito prima della sua morte. Joker accetta e Bane parte alla ricerca di Batman. Quest'ultimo va in cerca di Joker, ma si imbatte proprio in Bane che lo stordisce e lo porta dal boss. Joker ha dei detonatori che sono collegati a esplosivi posti nelle fogne sotto i principali edifici della città e, per dimostrare che fa sul serio, ne fa esplodere uno (un cantiere). Batman colpisce Joker, ma Bane lo ferma e inizia il combattimento. Batman è in difficoltà perchè Bane usa il venom per diventare più forte. Alfred, che è sempre in contatto con Batman, chiama la polizia che arriva e fa fuoco su tutti, anche sul cavaliere oscuro. I mercenari di Bane salvano il loro capo. Joker spara a Bane incolpandolo del suo tentaivo di fuga e Bane risponde con un colpo di bazooka che sbalza giù dal palazza Joker. Batman lo salva e Joker, che non capisce perchè lo abbia fatto, si punta la pistola alla tempia per vedere la reazione di Batman. Questi lo ferma e fugge all'arrivo della polizia, Joker viene arrestato e finisce a Blackgate. Qui incontra la psicologa Harleen Quinzel (che diventerà Harley Quinn) che lo esamina. Lui, dal suo canto, cerca di sedurla, ma finisce per raccontare il suo passato. Nello specifico racconta di quando stava aiutando dei criminali a rapinare la ACE Chemicals: un grosso pipistrello lo aveva colpito e fatto finire nell'acido che lo aveva sfigurato. Capisce così che lui e Batman sono legati da qualcosa di importante e così, mentre Joker parla della sua ossessione per Batman, la dottoressa, credendo di essere lei l'oggetto del desiderio dell'uomo, si innamora del pazzo.
    Batman torna alla Batcaverna e da la colpa ad Alfred della mancata cattura di Bane. Intercettando la radio della polizia scopre del ritrovamento di un cadavere che la polizia ritiene appartenere a Bane e decide di andare ad indagare alla scientifica della polizia.
    Alfred rimprovera Bruce che, pur avendo appena rischiato la vita, è già pronto a partire di nuovo. Bruce risponde che solo lui può salvare la città e va ai laboratori.
    Lì scopre che il corpo è di uno degli uomini di Bane e che ha tutte le ossa rotte e il volto deforme. Analizza il sangue e capisce che l'uomo è stato usato come cavia per testare una variante del venom: il TN-1 (Titan, in Arkahm Asylum). Questa sostanza, a differenza del venom ha effetti permanenti e permetterebbe a Bane di non portarsi più dietro il serbatoio di venom, ma gli effetti collaterali lo rendono inutilizzabile.
    Batman continua ad indagare tra i criminali e scopre che Bane ha la base nelle fogne. Batman, dopo molte indagini, trova la base e vi trova files su la sua vera identità: Bane sa chi è veramente Batman. Il cavaliere oscuro distrugge i files e dice ad Alfred di rifugiarsi nella Batcaverna e che lui lo raggiungerà subito. Mentre vi si reca trova Firefly intento a prendere d'assalto il ponte di Gotham. Mentre lo distrae col Batwing va da Gordon per convincerlo a collaborare invano. Batman decide di disinnescare di persona le bombe che Firefly ha disposto sul ponte. Ne disinnesca tre su quattro quando il tempo è agli sgoccioli. Gordon, ignorando Batman, fa irruzione nella parte di ponte ancora con la bomba. Batman inizia lo scontro con Firefly per impedirgli di premere il detonatore. Questi riesce a premerlo comunque, ma la bomba non esplode perchè gli uomini di Gordo l'hanno disinnescata. Batman mette KO Firefly e ad incontrare di nuovo Gordon che questa volta gli crede e collabora con lui. Batman torna verso casa e, per strada, riceve una chiamata da Bane che gli dice di aver distrutto la Batcaverna. Al suo arrivo Batman trova la Batcaverna in fiamme e Alfred morto. Lo rianima usando i guanti di Electrocutioner. Bruce è psicologicamente a terra, ma Alfred lo incoraggia. Nel frattempo Joker si è liberato e ha trasformato Blackgate nel suo parco giochi.
    Batman si reca lì e ottiene la piena collaborazione della polizia. Incontra Deathstroke, rinchiuso in una cella. Arriva fino al braccio della morte dove Joker lo attende: si è messo su una sedia elettrica collegata a un cardiofrequenzimetro, a sua volta posizionato su Bane. Dopo dieci minuti, se Bane è ancora vivo, la sedia si avvierà uccidendo Joker. Arriva Gordon, ma viene catturato e messo sulla stessa sedia elettrica di Joker. Batman non riesce a battere Bane e decide così di ricorrere di nuovo ai guanti di Electrocutioner per provocare un arresto cardiaco a Bane. Appena Gordon riesce a liberarsi Joker fugge e Batman rianima Bane con i guanti, inseguito dal commissario. Bane, furioso, si inietta il TN-1 e muta all'inverosimile. Batman usa l'ambiente e la sua attrezzatura per immobilizzarlo. Grazie al TN-1 Bane ha talmente devastato il suo cervello da dimenticare l'identità di Batman.
    Il cavaliere oscuro insegue Joker e aiuta Gordon a liberarsi dagli scagnozzi del clown. Raggiunge Joker nella cappella della prigione dove questi è felice per la riuscita del suo piano, ma Batman gli rivela come sono andate realmente le cose. Joker lo attacca, i due combattono e Batman alla fine lo mette KO. Arriva Gordon che prende in consegna Joker e lascia andare Batman. La polizia riprende il controllo del carcere e Joker viene spostato in isolamento. A farle da scorta c'è anche la dottoressa Quinzel, pronta a farlo evadere.
    Gordon incontra sua figlia e le da ragione su Batman.
    Nei titoli di coda viene mostrata un trasmissione tv in cui Quincy Sharp dice di voler riaprire l'Arkham Asylum per rinchiudervi tutti i più pericolosi criminali. Alla fine dei titoli di coda si vede Deathstroke che riceve visita da Amanda Waller, dei servizi segreti americani, che gli propone un incarico che, se accettato, gli permetterà di uscira di prigione.
    Ultima modifica di un moderatore: 23 Giugno 2015
  5. Stepet82

    Stepet82 Guest

    BATMAN: ARKHAM KNIGHT
    Conclude la trilogia, facendo seguito alla storia di Arkham City.
    Lo Spaventapasseri vuole eliminare Batman e, alleandosi con pericolosi supercriminali, minaccia la città di Gotham di usare su di essa il suo nuovo gas. La polizia sgombra strade e case e si ritrova alle prese con una città fantasma che diventa il parco giochi della criminalità. Batman deve porre fine a questa follia.
  6. Stepet82

    Stepet82 Guest

    E ora, avendo finito la mia Ps4 di aggiornare il gioco, mi fiondo a Gotham.
    :prubhands:
    A glenkocco piace questo elemento.

Condividi questa Pagina